Fortezza da Basso 28/29 aprile 2022 Firenze.

Made In Italy valore sociale Economico etico.

Due giorni di incontri e di discussioni su come sostenere le piccole e medie imprese della moda tra Formazione, Innovazione e internazionalizzazione organizzato da CNA federmoda con alcuni dei maggiori esperti.
Invitato ai tavoli di lavoro Roberto Corbelli Presidente del Consorzio Moda in Italy e Claudia Bellini coordinatrice della Comunicazione per il consorzio e presidente CNA Federmoda Ravenna. “solo partendo dalla nostra cultura e dalle nostre tradizioni potremo affrontare i mercati internazionali con progetti innovativi per le micro e piccole imprese che necessitano di un nuovo format per i mercati che non hanno multibrand store. Non dobbiamo mai perdere di vista però il valore del nostro saper fare e delle nostre tradizioni” ha detto Roberto Corbelli.

Interessantissimi gli interventi di:
Antonio Franceschini, che ha brevemente riferito sui tavoli di lavoro il giorno prima;
Dario Minutella, Principal di Kearney;
Luca Ferrucci, Professore ordinario di economia all’Università di Perugia;
Stefano Miceli, docente di economia all’Università Cà Foscari di Venezia;
Leonardo Marras, Assessore alle attività produttive della Regione Toscana;
Marco Landi, Presidente Nazionale CNA Federmoda;
Paola Migliorini, Vice Direttore Unità Economia Circolare e Crescita Verde DG Ambiente, Commissione Europea.

Il giornalista Romano Benini ha moderato e coordinato gli interventi.

Centrate le conclusioni di Dario Costantini Presidente Nazionale CNA focalizzate sulla rapidità delle piccole e medie imprese di ridisegnare la loro capacità produttiva e di saper affrontare gli imprevisti agilmente risultando la vera risorsa strutturale della nostra economia.

Fortezza da Basso 28/29 April 2022 Florence.

Made in Italy social economic ethical value.

Two days of meetings and discussions on how to support small and medium-sized fashion companies between training, innovation and internationalization organized by cna federmoda with some of the leading experts. Roberto Corbelli, President of the Consortium Moda in Italy and Claudia Bellini, Communication coordinator of the Consortium Moda in Italy and President of CNA Federmoda Ravenna, were invited to the working tables. “Only by starting from our culture and our traditions will we be able to face international markets with innovative projects for micro and small businesses that need a new format for markets that do not have multibrand stores. However, we must never lose sight of the value of our know-how and traditions” said Roberto Corbelli.

Very interesting the interventions of:
Antonio Franceschini who briefly reported on the work tables the day before;
Dario Minutella principal of Kearney;
Luca Ferrucci full professor of economics at the University of Perugia;
Stefano Miceli professor of economics at the Cà Foscari University of Venice;
Leonardo Marras Councilor for productive activities of the Tuscany Region;
Marco Landi National President of CNA Federmoda;
Paola Migliorini Deputy Director of the Circular Economy and Green Growth Unit DG Environment, European Commission.
The journalist Romano Benini moderated and coordinated the interventions.
Centered the conclusions of Dario Costantini National President of CNA focused on the speed of small and medium-sized enterprises to redesign their production capacity and to be able to deal with the unpredictable easily resulting the real structural resource of our economy.